E’ appena iniziato Febbraio. E’ stata una settimana abbastanza intensa dal punto di vista delle notizie che merita un attimo di attenzione e di analisi. Il Venezuela ha provato in settimana a ritirare dalla banca d’Inghilterra le sue riserve in ORO, ma si è vista rifiutata la richiesta per motivi di opportunità dalla banca d’Inghilterra. Cosa vuole dire questo? Da molte testate giornalistiche da sempre l’oro viene considerato un bene rifugio al 100%…si …per chi lo detiene. Neanche uno stato sovrano è riuscito ad avere indietro il suo oro. Figuratevi noi singoli cittadini. Questo è l’esempio più lampante in assoluto per quanto riguarda il discorso della decentralizzazione. L’unico asset al Mondo Sicuro, inalienabile, accessibile ed esigibile sul mercato in tempo Reale è e rimane solo il BITCOIN! Il mercato in termini commerciali ha le sue dinamiche, ma ricordatevi sempre, che la sicurezza è alla base del valore del Bitcoin. Spero abbiate fatto tesoro nel numero precedente dell’inserzione sui wallet, giusto per fare una ripassata sulla sicurezza non fa mai male. Continua la Telenovela ETHEREUM che continua a collezionare ritardi su ritardi nell’attuazione del Fork. Questo ha innestato la DIFFICULTY BOMB. La Difficulty Bomb è un ETP (ETHEREUM PROPOSAL ) , UN CODICE inserito nell’algoritmo di Ethereum che all’avvicinarsi di un Fork tende ad incrementare la difficoltà sul lato Proof of Work=Prova del lavoro. Ma questo avviene solo in maniera logaritmicamente parlando, ossia non è proporzionale al numero di miners presenti. Quindi questo meccanismo tendenzialmente tende a creare meno blocchi nel tempo e la ricompensa per i miner scende drasticamente. In parole povere i Blocchi nella rete Eth vengono confermati ogni 30 secondi rispetto ai 15 della media storica. Non è un dramma, anzi, ma Vitalik ha trovato un modo per spronare i suoi colleghi sviluppatori ad accellerare sul Fork. Passando sul lato commerciale, l’Exchange Binance ha abilitato l’acquisto delle Cripto anche tramite carta di Credito. Continua dunque la marcia verso la Mass Adoption da parte del maggiore Exchange al mondo. Ricordatevi questo nome. GEMINI. Continua la corsa dei Fratelli WINKLEVOSS che hanno addirittura ottenuto lo standard SOC-2. Attualmente l’unica società in America insieme a Nasdaq Corporation ad avere uno degli standard di sicurezza più elevati in termini di Crittografia e dunque una volta ottenuto e superato il SOC-1 che è il massimo dei livelli di sicurezza è molto probabile che sarà la prima società a beneficiare delle autorizzazioni necessarie per l’emissione di un ETF.

https://gemini.com/

A tal proposito anche il CBOE ( Chicago Board of Trade) ha rilanciato la proposta per la quotazione di un ETF in collaborazione con SOLIDX (https://sldx.com/) ma l’ente Finhub(https://www.sec.gov/finhub) capitanato da Hester Peirce della Sec ha buttato acqua sul Fuoco dicendo che i tempi non sono ancora maturi. La mia interpretazione in questo caso è molto positiva per l’evoluzione del mondo Cripto. Se Il CBOE chiede alla SEC di quotare un ETF ( sostanzialmente non gli interessa chi lo gestisca) e la FED continua a prendere tempo, significa che il Board delle principali Banche Americane non hanno ancora pronto un piano per la massificazione di questi prodotti. Sto monitorando attentamente l’Open Interest proprio nel CBOE della sezione RAME E PALLADIO che sono i maggiori metalli (palladio Soprattutto) per la costruzione di Nanotecnologie.

Per concludere possiamo notare come il mercato stia sviluppando sempre meno Crypto algoritmiche nel senso lato della cosa e tende sempre di più a sviluppare TOKEN ERC-20 ERC-721. Dunque occhio ad Ethereum che se riuscisse a risolvere i problemi noti potrebbe essere veramente una bella attrattiva di capitale per la DOMINANCE(=Crypto principale di riferimento per maggiore capitalizzazione di scambi contro altre cripto  del Mercato contro BITCOIN). In un convegno tenutosi a Boston dalla Boston DINAMICS  è stata effettuata una proiezione di TOKENIZAZIONE addirittura del mercato azionario…ma di questo ne parleremo la settimana prossima.

Guardando in casa, 2 notizie sostanzialmente diametralmente opposte. Poste italiane ha aderito al Consorzio Hyperledger ( una sorta di comunità che mette a disposizione di IBM alcuni dei suoi dati per sviluppare sistemi Blockchain) è sicuramente una notizia positiva. Mentre fallisce il primo Exchange Italiano in Cripto BitGrail che si vede costretto a liquidare le posizioni ed a rimborsare i clienti. In Molti cercano di salire sul carro del Business Cripto ma pochi poi effettivamente riescono nell’impresa di portare valore per la clientela e a se stessi. Bene. Dopo questa ampia panoramica parliamo della CriptoOpportunity della settimana.

CRYPTO-OPPORTUNITY

BENE. Per la sezione Cripto-Opportunity questa settimana segnalo 2 TOKEN.

Il primo Token è ARB.  https://www.arbitraging.co/platform/register/affiliate/7XLUo774

Come sapete sono sempre molto prudente ma questo Token seppure con alti e bassi sta tenendo duro e merita una Chanche. Ultimamente hanno apportato molte migliorie all’interno della Piattaforma che presenta attualmente più opportunità che rischi.

La seconda Opportunity è un Token poco conosciuto, ma che ambisce a risultati veramente eccezzionali: KAT (KAMBRIA). Un Token sviluppato dalle migliori Università Mondiali.

Bene. Ne parlerò approfonditamente nella sezione ADVANCE.

Buon week end a tutti e sempre GOD SAVE BTC!